Lampada Ultravioletti UV-STICK-E2/75H-ST-NX-NT

Installato all’interno delle Unità di Trattamento Aria (U.T.A.) UV-STICK-SCR inibisce la proliferazione di virus, batteri, muffe, spore, molto dannosi per la salute, che si annidano all’interno dell’Aria Condizionata.
UV STICK SCR è il sistema più semplice, flessibile, completo ed efficiente per migliorare la qualità dell’aria, il consumo di energia e le spese di manutenzione nei sistemi di condizionamento (HVAC).
Il potere germicida di UV-STICK-SCR mantiene pulite tutte le superfici dell’impianto AC, dove il biofilm che riveste e aderisce alle superfici delle componenti meccaniche del sistema di condizionamento, penetra fino ai
più piccoli interstizi, tra le alette metalliche dei coils, nelle vasche di raccolta acqua e nelle condotte, e veicola nell’aria non solo batteri e virus patogeni (Legionellosi, Tubercolosi, Influenza) ma anche composti organici volatili (VOCs), causa di Asma, Allergie, “Sick Building Syndrome”, “Monday Fever” e, in ambito sanitario, anche pericolose Infezioni Correlate all’Assistenza (ICA).
L’applicazione di UV-STICK-SCR non solo migliora la qualità dell’aria indoor, ma, mantenendo le superfici pulite, permette la diminuzione dei costi di esercizio e di manutenzione dell’impianto AC, aumentando l’efficienza delle componenti meccaniche e dei filtri e diminuendo sia gli interventi di pulizia necessari sia il ricambio delle parti.
Ulteriori benefici sono il risparmio energetico e la riduzione delle perdite di carico dell’impianto HVAC, con conseguente aumento del confort e diminuzione dei consumi.

Un importante vantaggio di questo procedimento fisico di disinfezione sta nel fatto che, batteri virus, spore funghi, muffe ed acari, sono tutti sensibili alle radiazioni UV-C.
I microbi non possono acquisire resistenza ai raggi UV, cosa che avviene, invece con i disinfettanti chimici.
I raggi UV sono ecologici. Con l’utilizzo di disinfettanti chimici è inevitabile l’inquinamento ambientale. Esiste inoltre il pericolo di gravi rischi che possono verificarsi per inalazione diretta dei vapori oppure per ingestione di prodotti alimentari inquinati da un’eventuale contatto con gli stessi disinfettanti chimici.

Condividi su Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *